martedì 15 gennaio 2008

ma cominciar comincia

e poi si va a paris.
vorrei prepararmi leggendo vila-matas, caustico e illuminante. "parigi non finisce mai", feltrinelli. vedremo se riuscirò a procurarmelo prima della partenza. mai letto vila-matas? se potete, fatelo. purché sentiate il bisogno di evadere in una dimensione fatta di sarcasmo e virtuosi mulinelli intellettual-letterari allo stato puro. poi c'è anche un romanzo, "il viaggio verticale", che io ho fruito in spagnolo. non male.
oppure un francese, ma adesso come adesso non me la sento. voglio dire, un vero francese. no, non ora.
(ma prima di partir, forse, a questi lidi tornerò)

2 commenti:

parigi a me va bene ha detto...

per non tornare più...ma che bella canzone. Effettivamente non ho mai letto vila-matas, l'ho comperato per mia sorella, ma non per me. Com'è 'l tempo laggiù nella capitale, dalle collinette si avverte un po' troppa umidità, mo il caffè della mezza mattinata. Forse risolto il problema della casa, 60 mq con saletta hobby per i tornei e camino, a pochissimo. Qualche 'nculata c'è de sicuro, ma vedremo, a doppe Marcatonio

Roxanne ha detto...

Good words.