mercoledì 20 giugno 2007

Se adesso te ne vai



Comincia con una storia di Camorra nella campagna casertana, anno 1982. Prosegue in Sicilia, e poi ai Parioli, qualche centinaio di metri in linea d'aria da dove sto scrivendo queste poche righe. E' il nuovo romanzo di Giancarlo De Cataldo, gemello siamese di Massimo, quello di "Romanzo criminale". Si chiama "Nelle mani giuste", e se non fossi solo a metà di pagina 40 vi racconterei di più. Però le aspettative sono tante, anche perché pur essendo narrativa si tratta di questioni cruciali della storia recente d'Italia - la stagione delle stragi di mafia e della gettata delle fondamenta della Seconda Repubblica - filtrate dagli occhi e dalla penna di uno che prima di essere uno scrittore è un magistrato, e per l'esattezza giudice di Corte d'Assise. Venerdì prossimo, dopodomani, De Cataldo presenterà il suo libro a Perugia, grazie alla connection Banana Republic-assessorato alla Cultura. L'appuntamento è per le nove di sera sulla piazzetta di fronte a Palazzo Penna. Bel posto, oltretutto. Con lui ci saranno Giuliano Giubilei e Sergio Sottani, pure lui magistrato (è sostituto procuratore alla Procura generale perugina) e scrittore (è autore di "Backstage", scritto a tre mani con l'altro pm Alessandro Cannevale e Massimo Carloni). Immagino che sarà molto interessante. Nel libro oltre alle speculazioni narrative ce ne sono alcune di carattere storico e molti fatti che somigliano parecchio a piccole verità svelate. Accorrete numerosi, insomma.

10 commenti:

apolide ha detto...

si si, bello. penso proprio che verrò. gemello siamese di massimo, è una battuta?

Anonimo ha detto...

è una battuta, sì

ci sarò ha detto...

Dopo le ultime vicende sul mio amato Arnon avrei voglia di distaccarmi del tutto da queste attività culturali, dove impropriamente sono state prese delle decisioni in un'ottica consumistica dello scrittore di turno, ma per banana republic farò uno strappo alla regola. Credo anche che sarà un incontro interessante, più di quello con Sepulveda, anche perché privo di Beatrice e Boosta, vero?

Anonimo ha detto...

Privo di Beatrice e Boosta, sì.

atterrata e ripartita ha detto...

dozzini? molto più volgarmente parlando... mi aggiorni sui movimenti del weekend? che c'è a spello prima di cug? io ci sono..ovvio!
e parte la raccolta fondi per la cecilia! non fate i tirchii!!
mg

Trippa ha detto...

http://radiounitedeurope.blogspot.com/

è il mio blog

non esco più!!! ha detto...

CIAO!ieri ti chiamavo per raccontarti le strane vicende di una tranquilla serata bolognese.. in via indipendenza un corteo di rifondazione vs il fascismo e in piazza minghetti.. dall'altra parte di piazza maggiore diciamo.. una manifestazione di forza nuova.. in mezzo, in p.zza maggiore, un balletto di danza e LA Chapliniana una mostra fotografica che celebra Chaplin e il suo Charlot.
che dire??? io ero in mezzo a guardare ste foto e ad un certo punto mentre mangiavo il mio gelatino al cioccolato che solo qui sanno fare come si deve.. sono stata accerchiata dai celerini che cercavano di fare cordone affinchè non si scontrassero le parti.. un po' di strizza m'è venuta perchè alla fine quelli fanno di tutta un'erba.. un fascio!

che Dio salvi la REgina!
buona giornata!!
mg

Anonimo ha detto...

giulietta!
ieri stavo lavorando, vendevo libri a massenzio dopo l'incontro con roberto saviano. di cui parlerò per esteso più avanti, credo. bacio

cugino di bozzi, ahimè... ha detto...

buon dozzini, se nel vagare nella rete trovi il tempo vai su vitaminic.it digita Diva Mamuri e fammi sapere che ne pensi...
Non fai c'è!!!

Anonimo ha detto...

interminabile non fai, appena posso vado, ascolto e stronco. ti farò sapere