martedì 10 luglio 2007

As time goes by

Il tempo passa. Il passatempo resta. Un po' trascurato, a ben vedere. Per forza.
Io, per dire, leggo Jules e Jim.
Ascolto Artemoltobuffa.
Mangio essenzialmente pasta col pomodoro e formaggio.
Incontro Trippa.
Ormai più di rado Nasic.
Medito sul mio futuro. Il lavoro, sì.
A Roma si respira. E' una notizia.
Dalla finestra, alla mia sinistra, la strada borbotta. Oltre, le fauci di due cassonetti indifferenziati nuovi di zecca. Materiali non riciclabili e scarti alimentari. Presto ci finiranno le due banane che ho dimenticato nel frigorifero dell'ufficio dieci giorni fa.
Resta il passatempo. Il tempo passerà.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Giovà .. su con la vita daii!!! un po' di animo dai!! ho girato tutto il giorno per l'ufficio con la borsa del ghiaccio legata su uno stinco che me sa c'ho una tendinite.. domani il verdetto dal medico.. fosse vero cheme so acciaccata dopo il mio primo tri me incacchio!! va beh.. prepara i biglietti che domenica si ballaaaa!!!! mggiiuulliiaa

pocopocosonno ha detto...

I "Lombroso" me piacerebbe vedelli, anche perché il cantante/chitarrista è Dario Ciffo alias il violinista degli Afterhours, ma sai bene quanto sia attaccato al festival perugino. Anche se, a dire il vero, non ho visto ancora nemmeno un concerto: niente Allevi, niente Bollani, a Jarrett non mi ci sono nemmeno avvicinato. Speriamo in Metheny/Meldau o Gil in chiusura. Se' sempre tanto "stracco"? M'hanno fatto vedere un paio di foto dove eri ancora munito di capelli! Che ridere!! Io portavo certe camicine orribili...
A presto!
(Chissà se il prode Focaia è riuscito ad appioppare i biglietti ad un'agenzia?)

Anonimo ha detto...

oooooooooohhhhhhhhhhh. il meuri! guarda che sabato sera li ho seppelliti tutti, quelli che tu avevi già abbandonato per strada! la mia stracchezza la so dominare, perdinci. i lombroso chiappeli, ma prima de settembre ala darsena te ce porto, anche a forza. l'idea dell'agenzia di viaggio potrebbe non esser male. vedremo l'injejer, smaltiti i suoi carichi di lavoro, che combinerà. infine, domenica te sè perso un bel concerto. non indimenticabile, ma d'atmosfera, e a buon mercato. ora, fossi in te, punterei su gil. le foto? la bistocchi, immagino. eh... ma in che erano diverse da quelle di adesso le tue camicie di dieci anni fa? meurovic, vecchio porco

il prode focaia ha detto...

ce so passato ad un paio de agenzie, ma nun m'hanno dato speranza, dicono che avendoli comperati via internet tocca vedessela da soli, nel pomeriggio giungeranno novità.

Anonimo ha detto...

te l'evo ditto, fornaretto...

caféconleche ha detto...

ci sono, ci sono il 17. ci pensavo al concerto infatti, vedremo, in caso ti farò sap i miei commenti. diciamo che torino si smuove parecchio a livello musicale, questo s'adda dire. bye