giovedì 12 luglio 2007

la musica è dei poveri

la musica è dei poveri? secondo i mercanti di liquore, troppo dimenticata band folk-rock lumbard, sì. secondo me, ovviamente, dipende. giusto stamattina, guardando passarmi davanti una giovane madre rom col suo bambino di un anno in braccio, pensavo che i figli dei poveri si somigliano tutti. ma non perchè sono sporchi, o magri, o per i cenci che portano addosso. è quell'espressione da adulto che ha già capito di essere stato inculato dalla vita, per quelle smorfie che non hanno nulla di infantile, per quella loro bruttezza che ti mette a disagio. cuccioli zingari, cuccioli boliviani, cuccioli cinesi. forse no, la musica non sempre è dei poveri. approfitto per salutare go, a cui non posso inviare sms per questioni indipendenti dalla mia volontà.
domani a perugia.
poi chissà.

6 commenti:

tendine d'achille ha detto...

ciao..sono stata tutta la mattinata a discutere animatamente.. of course con un mio collega siciliano di F.I... manco AN.. Ma F.I.! m'è preso così il nervoso che, a parte gli stavo per mollare una giarda..mi sono pure dimenticata il ghiaccio legato attorno alla caviglia per il mio povero tendine che s'è infiammato e dimenticandomelo.. mi sono bruciata.
Sì.. quelle fastidiose bruciature da ghiaccio infeceche da fuoco. che poi è lo stesso, no? madò che nervi....cmq.. me servirebbe il parere della doc busti .. ma attendo domani che vi voglio vedere .. epoi domenica!!!bacio e notte mg

Personaggio Narrante ha detto...

giovi, pizzetta stasera con doc? e tu maria giulia? sul mio blog i dettagli

Ale ha detto...

sono bambini adulti....già. è proprio vero Giovà. e quando vedo il mi cuginetto che piagne e si dispera come se lo stessero a scannà perchè glie levano la playstation mezza giornata me vien voglia di appicicagliene una de quelle sonore. ma mica a lui. alla su mamma! penso che la musica non abbia padroni, per fortuna. uno dei pochi beni veramente di proprietà comune. nonostante il parere di tanti snobbetti dalle chiappe ristrette intellettuali de sta mazza. scusa la volgarità. ciao Juanne

Gabrisms ha detto...

Non te preoccupa, nessun problema. Il campeggio come è gito? So che è bestemmiato una buona mezz'ora prima de partì.
Sul problema musicale credo sia mal posto. La musica non è un bene e in un certo senso non appartiene a nessuno.
Che sia a disposizione di tutti sicuramente, ma che tutti la vogliano o l'apprezzino ho qualche dubbio. Come tutte le cose del mondo, del resto.

Alessio ha detto...

e giae Scari. ma credo, o almeno spero, che anche il più gretto dei gretti, magari quando si trova da solo e nessuno lo vede, non possa restare indifferente ad una bella melodia. si dice che in russia anche gli orsi venivano ammansiti dal suono del violino. ma forse adesso di orsi in grado di apprezzare manco ce ne saranno più in Siberia... ciao

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/2007/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/cervello2/musica-cervello/musica-cervello.html